Debiti/Crediti

In sintesi

Oggi compro una cravatta con Carta di Credito (è un Movimento di spesa), domani incasso lo stipendio (è un Movimento di ricavo); in tutti due i casi si muove il mio Conto Corrente; il saldo sul Conto Corrente a inizio anno è un Credito che ho nei confronti della Banca; il mutuo che devo pagare, per la sua parte di capitale, è un Debito.
Anche il valore dei Titoli che ho acquistato rappresenta un Credito, o i soldi che ho in Tasca o su una Prepagata.
Ed anche il mio Patrimonio (Case, Antichità, Arte, Gioielli, ecc.).

La gestione dei Debiti/Crediti è un'opzione non un obbligo.

In dettaglio

Ogni spesa o ricavo che voglio registrare è un Movimento, che va ad incidere sulle mie disponibilità liquide.
Ma com'erano ad inizio anno le disponibilità liquide? Avevo dei soldi sul Conto Corrente, e/o in cassaforte, e/o mi venivano soldi da qualcuno? Questi sono Crediti.
Potrebbe essere che devo ancora pagare l'idraulico, un acquisto a rate, un prestito ricevuto da qualcuno, ecc. Questi sono Debiti.

Se i Movimenti rappresentano la quotidianità, lo svolgere delle cose, i Debiti/Crediti rappresentano i saldi; le situazioni all'inizio dell'anno o in un qualunque periodo in cui le cose avvengono.
Se oggi apro un Mutuo, registrerò via via le rate; ma se voglio tenere presente che ho un Debito, questo va inserito nei Debiti/Crediti. Ma d'altra parte ho una casa; anche questa va inserita nei Debiti/Crediti.

Diciamo che ha una funzione più "patrimoniale" che "economica".

Ad esempio, potrei mettere nei Crediti il valore del mio appartamento (o dell'auto), indipendentemente che l'abbia completamente pagato o no; aggiornando ad ogni inizio anno il suo valore di mercato.
Anche un quadro di valore, dei gioielli, dei mobili antichi, fanno parte dei Crediti. Cioè tutte le cose che sono rivendibili.
La somma di tutti questi, forma il mio patrimonio complessivo.

I commenti sono chiusi.